Chi l’ha detto che per viaggiare bisogna essere giovani? Yelena Yerkhova, quando ha cominciato, aveva 83 anni. Per 8 lunghi anni, ha viaggiato ininterrottamente. Con l’entusiasmo di una ventenne, ha percorso il Pianeta. Ha riso, si è emozionata. Si è divertita, si è stupita. Ma mai, neppure una volta, si è stancata.

Instagram globe-trotter con oltre 178mila follower, col suo zainetto è stata un po’ dovunque. Fino a quando, all’età di 91 anni, un cancro al polmone se l’è portata via. Ma, quel giorno, Yeleva aveva il sorriso sul volto.


Lena, la nonna col sorriso

Fonte: Facebook (Baba Lena Erkhova)

Partita dalla città russa di Krasnoyarsk, divenne famosa nel 2016 dopo aver incontrato una giovane turista
connazionale, Ekaterina Papina, durante una tappa in Vietnam.
Ekterina rimase impressionata dallo spirito della donna e decise di aiutarla ad aprire una pagina Instagram
così da documentare il suo viaggio.

Yelena amava farsi chiamare “Baba Lena” (che in russo vuol dire Nonna Lena) e, da over 80, ha visitato diversi Paesi: Vietnam,
Thailandia, Polonia, Repubblica Ceca, Germania e tanti altri.

Sui social smise di scrivere l’8 dicembre 2018: quel giornò ringraziò i suoi follower brasiliani, che la
esortavano a visitare la nazione latino-americana. “Mille grazie per le vostre care parole! Verrò sicuramente in Brasile a farvi visita”. Purtroppo non fece in tempo: il 22 gennaio 2019 il medico Andrey Modestov annunciò la sua morte: “Era davvero in condizioni gravi. Abbiamo fatto tutto il possibile per salvarla”.


La voglia di vedere il mondo

Yelena partì all’età di 83 anni, quando capì che non aveva scoperto tanta parte di questo mondo. Disse: “I miei amici mi chiedevano sempre perché non avessi mai viaggiato. In fondo, i soldi non mi mancavano. Così mi chiesi: perché no?”.

Il suo incontro con Baba Lena, Ekaterina lo ricorda così: “Ero in vacanza in Vietnam. Stavo cenando quando sentii parlare in russo e vidi un’anziana signora che cercava di spiegare al cameriere che la zuppa era troppo piccante. La aiutai e – parlando – venne fuori che era venuta in Vietnam da sola, così diventammo amiche. Ero sorpresa dal suo modo di pensare così avventuroso e da quanta lucidità mentale avesse alla sua età”.

Yelena risparmiava i soldi dalla pensione così da poter viaggiare due volte l’anno. Era diventata la migliore
amica dei dipendenti dell’agenzia locale, che la ricordano come l’unica cliente così coraggiosa da viaggiare
in posti lontani più di 7000 chilometri dalla città russa. Una cliente sempre entusiasta, sempre sorridente, sempre felice.

Perché era bella, Yelena. Bella come è chi sa inseguire i propri sogni.