Spiaggia Thailandia

Distesi sulla sdraio, con la sigaretta in bocca e lo sguardo al mare: questo scenario, comune in molte parti del mondo, in altre proprio non lo è. Anzi, un atteggiamento simile potrebbe comportare una salatissima multa e rovinare così la vacanza. Perché, se il buon senso suggerisce di non fumare accanto ad altra gente – al di là del luogo -, alcuni Stati hanno deciso di proteggere le spiagge (e la salute dei pesci) impedendo ai fumatori di estrarre la sigaretta sul bagnasciuga.

Dove? In Thailandia, ad esempio.

Spiaggia Thailandia
La Thailandia ha introdotto il divieto di fumo sulle sue spiagge più famose (Fonte: Pixabay)

La decisione della Thailandia

Fumare, e gettare i mozziconi delle sigarette, dal 2018 è vietato in 24 spiagge e in 15 province della Thailandia, incluse destinazioni molto popolari tra i turisti come Phuket, Koh Samui e Krabi. Il motivo? Proteggere l’ecosistema costiero. Ecco dunque che i fumatori dovranno utilizzare le apposite aree, pena il pagamento di salatissime multe.

Fumare in spiaggia, o gettare un mozzicone sulla spiaggia, è infatti punito con un’ammenda di 100 mila Bath (pari a circa 2760 euro), e può persino finire in galera per un anno. Come annunciato dal Bangkok Post, ci saranno dei punti appositi a cui i fumatori potranno accedere: la popolare spiaggia di Cha-am – che è lunga cinque chilometri e mezzo e si trova nella provincia di Phetchaburi (Thailandia dell’ovest) – ne conta 50 solo per iniziare.

Quali sono le spiagge in cui è proibito fumare? Patong Beach a Phuket; Bo Phut Beach a Koh Samui; Phra Ae Beach, Khlong Dao Beach e Khok Wang Beach a Krabi; Wasukree Beach a Pattani; Hua Hin Beach e Khao Takiab Beach a Prachuap Khiri Khan; Ban Cheun Beach a Trat; Laem Sade Beach a Chanthaburi; Saeng Chan Beach a Rayong; Bang Kaen Beach e Tham Pang Beach, Sai Kaeo Beach e Dong Tan Beach a Chon Buri; Cha-am Beach Petchaburi; Hat Said Res Beach a Champhon; Chalok Ban Kao Beach a Ko Phangan; Plai Sai Beach a Nakhon Si Thammarat; Chalatat Beach a Songkhla; Ko Kai Nok Beach e Ko Kai Nai Beach e Khao Lak Beach a Phang-nga; Hat Samran Beach a Trang.

Vietato fumare Thailandia
Fumare sulle spiagge in Thailandia può comportare multe salatissime (Fonte: Pixabay)

Le ragioni del divieto

Ma perché, la Thailandia ha scelto di vietare il fumo sulle sue spiagge? Per l’enorme impatto che le sigarette hanno sull’ambiente. I mozziconi sono una tra le principali fonti di inquinamento, sia sul terreno che nei nostri oceani, e ogni anno vengono prodotti più di 5 trilioni di filtri per sigarette che finiscono – in buona parte – dispersi nell’ambiente.

Un solo mozzicone è capace di rendere un litro d’acqua tossico a tal punto da uccidere i pesci: per questa e per altre ragioni, le autorità thailandesi hanno deciso di porre un freno alla libertà di fumare sulle spiagge più frequentate, e su quelle dall’ecosistema più delicato. Perché la difesa dell’ambiente è dall’uomo che deve passare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here