|

Quella recinzione che divide Stati Uniti e Messico usata come rete da pallovolo

E’ uno dei confini tra i più pericolosi al mondo ed è una delle aree più sorvegliate della Terra.

Non capita tutti i giorni di vedere delle persone giocare a pallavolo al confine tra due stati.

confine-stati-uniti-e-messico-muro-rete-pallavolo-orig-1_main

E’ uno dei confini più trafficati del Pianeta e ogni anno ci muoiono decine di persone, anche a causa del clima torrido. Ma esiste una città, per metà messicana e per metà statunitense, che come da tradizione festeggia questo gemellaggio con una partita di pallavolo. Quando? Ad Aprile. Come? Usando la recinzione che divide i due Stati come rete da pallavolo.

[sc:adsense]

Le città si chiamano entrambe Naco: una in Arizona, l’altra nel confine messicano. Ogni anno ad Aprile Stati Uniti e Messico celebrano i loro rapporti tra le cittadine confinanti con la Festa Binacional, che dal 1979 anima la frontiera nonostante le tensioni relative al fenomeno migratorio e al narcotraffico famose in quest’area.

In questo video possiamo vedere come il wallyball (questa versione alterata della pallavolo) venga praticato anche lungo le spiagge, là dove idealmente si incontrano i due Paesi.

[sc:adsense]