Pub aperti solo in aeroporto: comprano un volo per bersi una birra


In Irlanda gli amanti della birra non sono stati scoraggiati dal blocco generale che ha chiuso pub e ristoranti nel paese.

Poiché il divieto non menziona i bar dell’aeroporto, quattro amici hanno acquistato i biglietti per Londra a 9,99 €, sono entrati nell’area dell’aeroporto, hanno superato i controlli di sicurezza, si sono seduti in un pub e hanno bevuto diverse pinte di birra in relax, come se fossero in attesa delle loro imbarco.

Dopodiché, al posto di salire sull’aereo, hanno lasciato l’area di imbarco e sono tornati a casa.


Birra in aeroporto virale sui social

Come specificato su alcuni tabloid irlandesi, con c’è nulla di illegale al riguardo, ma dal momento che questa genialata sia stata promossa su Facebook e sia diventata virale, la domanda ora è se le persone seguiranno il loro esempio.

Esiste infatti una scappatoia normativa, che consente ancora il consumo di pasti e alcol negli aeroporti.

La polizia con un comunicato ha chiesto di avere senso civico e nonostante non possa impedire sul nascere questo tipo di iniziative, spera che gli eventuali emulatori non creino problematiche.

Tutto si basa sul buon senso dei cittadini e nella speranza che questi comportamenti non diventino troppo comuni. Tanto più che il blocco in Irlanda, il primo ad essere approvato in Europa lo scorso Ottobre per far fronte alla seconda ondata di Covid-19, sta riducendo la diffusione della pandemia.

Il numero di contagi è diminuito in modo significativo per il momento e il numero di morti, finora, non ha mai raggiunto i picchi di Marzo.