|

"L'uomo che abbracciava i leoni": il video di Kevin, zoologo sudafricano

Abbracciare un leone, un’azione che non è nella lista delle cose che si fanno tutti i giorni.
Kevin Richardson è uno zoologo sudafricano che negli anni ha condotto ampie ricerche sugli animali nativi delle pianure africane.

Man Tries to Hug a Wild Lion, You Won't Believe What Happens Next!

Fosse stato qualsiasi altro umano nei panni di Kevin nel tentativo di abbracciare un leone, forse avremmo avuto un epilogo fin troppo prevedibile da raccontare. Ma con i suoi decenni di studio e di ricerca, il signor Richardson ha sviluppato un rapporto stupendo con questi bestioni e si riscalda il cuore con questi felini feroci della Savana Africana.

[sc:adsense]

Attrezzato con una jeep piena di telecamere GoPro, Kevin porta il suo equipaggio il più vicino possibile a queste creature selvagge, senza lasciare che escano dalla macchina.

Man Tries to Hug a Wild Lion, You Won't Believe What Happens Next 2

Quando Kevin si avvicina a loro e li chiama come fossero degli innocui animali domestici, per nostra sorpresa, questi giganteschi leoni gli balzano addosso avvolgendo le loro zampe intorno al suo collo dandogli il più adorabile abbraccio che abbiate mai visto vostra vita. E ‘ veramente sorprendente vedere questi animali di 200 kg comportarsi come animali domestici con Kevin.

IL VIDEO

Kevin è in grado di usare il suo rapporto unico con questi animali per attirare l’attenzione della gente sulla sensibilizzazione dei problemi della vita selvaggia in Africa.

Mentre molte persone ancora vedono l’Africa come un paradiso brulicante di animali da cacciare, i numeri della Savana stanno portando molti animali, tra cui i maestosi leoni, sulla lista delle specie in via di estinzion . Tanto che Kevin prevede che c’è il rischio che questi scompaiano nel giro di 20 anni.

Man Tries to Hug a Wild Lion, You Won't Believe What Happens Next 3

La speranza di Kevin è che, con la sua capacità di interagire con gli animali, si superi la paura preventiva che si ha verso questi animali, eliminando la corrente di pensiero “ucciderli per non essere uccisi”.

[sc:adsense]