Lasciano tutto per trasferirsi in Thailandia e salvare cani randagi


Quella scintilla è arrivata all’improvviso: hanno lasciato tutto e sono partiti dalla Lituania, arrivando fino in Thailandia, per iniziare un nuovo capitolo della loro vita.

Stiamo parlando di Mantas e sua moglie Rasa, partiti dall’est Europa per atterrare a Koh Kood, un’isola thailandese semi sperduta dove hanno realizzato un sogno che custodivano da tempo: trasferirsi dall’altra parte del mondo per prendersi cura di cani randagi.

Ad oggi, dopo 6 anni in Thailandia, la coppia non ha avuto nessun ripensamento. Nessuna nostalgia della loro terra, così diversa da quest’isoletta del sud est asiatico. La loro casa ora è popolata da 15 randagi, di cui due ciechi e quattro gravemente disabili, che lasciati per strada non ce l’avrebbero mai fatta a sopravvivere.

La coppia continua nella sua opera, prendendosi cura di altri cani che vivono ancora vagabondando per le vie dell’isola, percorrendo ogni giorno fino a 50 chilometri per nutrire, dare medicine e controllare la situazione medica dei loro amici pelosi.

Koh Kood non ha centri veterinari e i due fanno del loro meglio per prendersi cura dei cani randagi rimasti sull’isola, autofinanziandosi e andando avanti con amore e passione, in ricordo del loro cagnolino Aibo.

Questo viaggio in Thailandia doveva essere inizialmente soltanto una vacanza. Dopo qualche giorno, l’idea di trasferirsi qui in pianta stabile iniziò a cementificarsi nei loro desideri e quando il loro boxer si ammalò gravemente e fu impossibile salvarlo, svanì anche l’ultimo motivo che li poteva ancorare al pensiero di tornare a casa. L’unico maniera per colmare questa mancanza fu proprio l’idea di dedicarsi alla vita dei randagi.

Non è stato facile portare avanti questo progetto. Diverse volte si sono scontrati con chi non voleva affittargli casa visto il gran numero di cani a loro carico. Molte volte hanno dovuto aggiustarsi con sistemazioni giornaliere, rischiando davvero di rimanere senza un tetto sulla testa per diverse settimane. Oggi Mantas e Rasa vivono in una casa in una parte remota dell’isola, in mezzo alla natura, senza restrizioni ed in compagnia dei loro amici pelosi, formando così una grande famiglia.


Curare cani randagi in Thailandia: la pagina web

Per chi volesse seguire le imprese della coppia e per sostenere il progetto, esiste la pagina social Sabai Dog Koh Kood, dove vengono raccontate giornalmente le attività con simpatiche foto e video direttamente dall’isola thailandese. È anche possibile aiutare Mantas e Rasa con donazioni per finanziare l’acquisto di cibo e medicine.

I due non essendo veterinari, vengono appoggiati in remoto da medici lituani, ma hanno imparato le tecniche di primo soccorso per i casi più urgenti.

La loro umanità è stata premiata anche dalla Khon Kaen University che ha organizzato il primo progetto di sterilizzazione sull’isola, riuscendo a far operare dal 2015 ad oggi oltre mille cani. E non hanno nessuna intenzione di fermarsi.


Leggi anche questi articoli sulla Thailandia

Thailandia: dormire in una bolla in mezzo agli elefanti

Le truffe ai turisti più comuni in Thailandia

Periodo migliore per visitare la Thailandia: info su clima e spiagge

Thailandia del Nord: cosa vedere a Chiang Rai, Chiang Mai e Sukhothai

Quali sono le 15 cose da non fare nel Sud-Est asiatico?

Il traghetto che ti fa vedere i Templi di Bangkok a soli 30 centesimi