|

L'aeroporto di Caracas mette la tassa sull'ossigeno

Ci troviamo all’ Aeroporto Internazionale Simón Bolívar “Maiquetia”, situato a circa 21 km da Caracas, in Venezuela.

La notizia del giorno non riguarda nessun volo cancellato, nessuna coda chilometrica ai controlli o chissà quale stranezza aeroportuale da parte di un passeggero. Si parla delle nuove tasse che si andranno a pagare su ogni singolo biglietto.

[sc:adsense]

Si sa, le tasse ormai raggiungono la metà del prezzo del biglietto aereo e troviamo i costi di carburante, della sicurezza, le spese di emissione o di biglietteria, di gestione aeroportuale e a quanto pare a Caracas ci sarà un’altra bella sorpresa sotto il denominativo “taxes/fees/charges”: “la tassa sull’ossigeno”

Tutti i passeggeri in partenza da questo aeroporto andranno a pagare un contributo di 20 dollari in più a biglietto poichè la gestione aeroportuale ha deciso di cambiare il sistema di condizionamento dell’aria.

Secondo la BBC si andrà ad utilizzare un sistema di aria condizionata che utilizzerà una tecnologia che eliminerà la crescita di batteri proteggendo la salute dei viaggiatori  e contribuendo alla protezione sanitaria dell’edificio. Nonostante tutto, questa scelta ha riscontrato parecchie polemiche da parte dei passeggeri.

[sc:adsense]