|

Dagli Stati Uniti all’Australia con una barca a remi: l’impresa di John Beeden

Da San Francisco all’Australia, dalla costa ovest degli Stati Uniti a Cairns, nel Queensland australiano. Ecco l’impresa di John Beeden.

209 giorni, 53 anni, una moglie, due bimbe e più di 14 mila chilometri e cinque chili in meno. Ecco tutti i numeri di John Beeden, l’uomo che ha riscritto la storia.

“Arrivato alle 10 am ora locale. E’ bello essere sulla terra…” Con questo tweet John annuncia al mondo e a tutti coloro che stavano seguendo la sua impresa di essere arrivato in Australia. Ha appena finito la sua traversata in solitaria dell’Oceano Pacifico, con una barca a remi. Prima di lui un italiano in tanti avevano provato l’impresa, anche un italiano: Alex Bellini.

Al suo arrivo a Cairns c’era anche la sua famiglia: “Pensavo di arrivare per metà Novembre, ma Madre Natura ha scombussolato i miei piani. All’Equatore con le correnti contrarie ho faticato molto. Nel 2011 avevo già traversato l’Atlantico dalle Canarie alle Barbados in 53 giorni e sapevo che il Pacifico sarebbe stato più ostico, ma non pensavo così!”

“A bordo della mia barca a remi avevo un cellulare satellitare e un computer, alimentati a pannelli solari.  Quando in mezzo all’Oceano ho ricevuto una mail che mi diceva che la persona più vicina a me si trovava a 250 chilometri, ma su una stazione spaziale, mi sono sentito un privilegiato!”

“Ognuno di noi ha bisogno di uscire dal proprio metro quadrato” ha dichiarato Alex Bellini, l’italiano che nel 2008 aveva remato per 18 mila chilometri nel Pacifico prima di essere fermato dal maltempo a 60 miglia dalla costa.