|

Lufthansa cambia livrea: addio al giallo, diventa blu

Il 7 febbraio Lufthansa festeggerá i 100 anni del simbolo del Kranich (la gru stilizzata che è il logo della compagnia tedesca) presentando una nuova livrea. Il Kranich infatti è più antico della compagnia stessa, poiché fu usato giá nel 1918 dai primi servizi aerei tedeschi.

Sono infatti confermati i rumors che provenivano dai vari forum d’aviazione ed è rimasta l’iconica gru ma se n’è andato lo storico giallo oro della compagnia.

 

 

“A tutto ci si abitua, l’Evoluzione è in continuo movimento, ma le prime impressioni sono per un lavoro compiuto a metà” come dice il blog fammivolare.

I pro:

  1. è molto, molto elegante, e per una compagnia che ha recentemente aggiunto la quinta stella Skytrax, questa è la ciliegina sulla torta
  2. la fascia di colore avvolge tutta la fusoliera, aggiungendo dinamicità al disegno
  3. due soli colori: minimal but effective
  4. bello il blu scuro con una tonalità di metallico, ispira brio e velocità controllata
  5. la scritta mantiene il font classico

I contro:

  1. dov’è andato il giallo oro che tanto ci piaceva e che, tra le altre cose, aveva il grosso vantaggio di essere identificabile ancora prima che si potesse leggere la scritta, ad esempio nei banchi in aeroporto, sulle piste di atterraggio affollate, sulle etichette del bagaglio a mano, nelle boarding card. Era ormai diventato un colore con un nome: Lufty yellow
  2. nella moltitudine è una livrea che si confonde, manca personalità
  3. è probabile un cambio in tutto il collaterale (banchi di aeroporto, segnaletica, etichette bagaglio, merchandising, boarding card, email, mobile app, etc.) che, vista la scelta di due colori poco originali e che non si evidenziano tra gli altri, ne ridurrà l’identità

 

LUFTHANSA CAMBIA LIVREA

 

 

Come dicevano le anticipazioni il simbolo del “Kranich” sulla coda pare che non avrà più le iconiche tonalità gialle bensì argento. Inoltre, pare si seguirà la tendenza del momento ovvero il simbolo potrebbe essere graficamente ingrandito, quasi sproporzionalmente per affermare, dicono gli esperti, in maniera evidente la positività dei valori intrinseci già presenti. Infine, il blu classico ed intenso che contraddistingue il timone di coda, potrebbe ricevere sfumature tendenti all’indaco. È chiaro che anche una sola ipotesi di un cambiamento lieve ma percepibile in quanto visibile di un noto e sano marchio porta inevitabilmente con sé più di qualche perplessità nell’ambito degli stakeholders coinvolti.

Oggi, la cicogna stilizzata, appare ancora sui timoni di coda con la sua fiera inclinazione di decollo; spicca il volo dipinta di blu su un definito sfondo giallo-oro intenso, cerchiato di un bordino che simboleggia il sole, che ben si contraddistingue a contrasto con una fusoliera tutta bianca.

Domani, forme e colori potrebbero cambiare e questo rappresenta per gli esperti un rischio nella complicata operazione di riposizionare l’immagine di un brand, come specifica La Repubblica.

 

PIACERÀ LA NUOVA LIVREA LUFTHANSA?

 

 

L’audace team di marketing di Lufthansa pare che abbia fatto ogni valutazione interna e che abbia altresì lavorato intensamente negli ultimi mesi al fine di elaborare una degna rivisitazione del brand, compito appunto delicato quello di riposizionare graficamente un marchio, soprattutto se consolidato e di successo come quello attuale.

Ogni cambiamento porta con sé un fiume di parole di ogni tenore, si sa: sorrisi e disapprovazioni. In tutte le cose solo il tempo è il migliore antidoto per far scivolare ogni novità dalla sorpresa all’abitudine dell’oblio.

 

LE PRIME TRATTE LUFTHANSA CON LA NUOVA LIVREA

 

Per tutti gli spotter questa potrebbe essere una notizia molto interessante. Infatti questi sono i voli dell’8 Febbraio che avranno come protagonista due aeromobili Lufthansa con la nuova livrea: un Boeing 747-8I (D-ABYA) e A321 Lufthansa (D-AISP), che toccheranno gli aeroporti di Dusseldorf, Amburgo, Berlino, Monaco di Baviera e Francoforte con il 747-8, mentre l’A-321 volerà su Francoforte, Parigi CDG, Milano Malpensa e Monaco di Baviera.