Ubriachi a bordo trasformano l'aereo in discoteca: arrestati

Un volo Ryanair partito da Glasgow e diretto a Ibiza è stato costretto a una deviazione a Beauvais in Francia, martedì sera alle 20, a causa di 14 scozzesi che dopo essersi sbronzati avevano trasformato il corridoio del velivolo in una pista da “sballo”. Lo ha rivelato oggi l’M6, i servizi britannici. I quindici scozzesi sono stati fatti sbarcare e consegnati alle autorità transalpine. “Pensavano di essere già arrivati a Ibiza”, ha sottolineato la fonte: ma invece ad attenderli c’era la polizia francese.

602-408-20130919_103001_E1670D0E

“Un volo Ryanair da Glasgow Prestwick a Ibiza (il 17 settembre) è stato deviato a Parigi Beauvais dopo che un piccolo gruppo di passeggeri è diventato molesto a bordo. All’arrivo, la polizia ha preso in consegna questi 14 individui. Ryanair si è scusata con i 160 passeggeri a bordo per eventuali disagi e ritardi nel loro viaggio, ma non tollera i passeggeri indisciplinati o molesti. La vicenda è ora di competenza della polizia francese”, ha dichiarato il direttore comunicazione della Ryanair, Robin Kiely.

I 14 scozzezi avevano acquistato dell’alcool al duty free di Glasgow e lo avevano consumato non appena l’aereo aveva preso quota: una volta ubriachi si erano messi a cantare e a ballare, fra urla, risate e schiamazzi. Da qui la decisione del pilota di effettuare una deviazione con urgenza per sbarazzarsi di questo gruppo turbolento. Le forze dell’ordine sono dovute intervenire numerose per costringere i vacanzieri a sbarcare a Parigi e a rinunciare a raggiugere la meta. Dopo essere stati interrogati, verso le 2 del mattino sono stati rilasciati e trasferiti alla stazione di Beauvais da dove hanno preso il treno per Parigi.

L’aereo è ridecollato per Ibiza verso le 23:45 con gli altri 160 passeggeri. Secondo la direzione dell’aeroporto, l’equipaggio ha sporto denuncia.

TmNews

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.