Le cause più assurde sui ritardi degli aerei, tutte realmente accadute

Come al solito, Zingarate non si sbaglia e mai e questa volta ci incuriosisce con una raccolta sulle cause più assurde riguardanti i ritardi degli aerei

1 – SENZA CIPOLLE NON SI PARTE. Un volo Air India ha ritardato di circa un’ora dopo che il pilota, il capitano Smiriti Trehan, si è rifiutato di volare. La sua obiezione è stata dovuta al fatto che la rotta originale Mumbai-Delhi-Jodhpur era stato alterato dalla compagnia aerea, tagliando la sosta a Jodhpur. Peccato perchè il capitano doveva prendere all’aeroporto della città un carico pieno pieno di… cipolle! infuriato si è opposto a far partire l’aereo.

2 – PALLONCINI VOLANTI. L’aviatore Larry Walters ha volato sui cieli di Los Ageles con 45 palloncini di elio attaccati alla sua macchina volante, che son scappati via e hanno invaso lo spazio aeroportuale di Los Angeles causando disagi e ritardi.

 


3 – BILL CLINTON.
Sempre all’aeroporto di Los Angeles, il ritardo fu causato dall’acconciatura di Bill Clinton, si, avete letto bene! L’ex presidente Bill Clinton avrebbe ritardato molte partenze per uno stilista che gli tagliava i capelli a bordo dell’Airforce One

4 – IMPAZZISCE IN VOLO. Il volo parte con oltre due ore di ritardo a causa di una hostess dell’American Airlines, che dopo l’imbarco su un volo in partenza da Dallas a Chicago, ha perso il controllo e ha costretto il comandante a far ritorno al gate per un imminente incidente che avrebbe coinvolto l’aereo.

5 – CELLULARE O BOMBA? Un volo Delta da Istanbul a New York è stato deviato a Dublino dopo che un passeggero ha tentato di ricaricare il proprio cellulare utilizzando la presa di rasatura nel bagno. Il personale, temendo che si trattasse di una bomba, ha fatto deviare il volo a Dublino.

6 – SLASH SU TWITTER. Un altro volo Delta in partenza dal Minnesota a Los Angeles ha fatto, nel 2011, un atterraggio di emergenza a causa di un bagno rotto. L’episodio è venuto alla luce dopo che Slash, che era a bordo, ha postato su Twitter la notizia. Il passeggero responsabile dell’incidente non fu mai trovato.

 

 

7 – SERPENTI A BORDO. Due voli sono stati cancellati in Australia nel 2009, per colpa di pitoni a bordo. A quanto pare non era solo una scena da film. I Pitoni, una dozzina, furono trasportati da Alice Springs a Melbourne su un volo Qantas, all’atterraggio ne mancavano quattro che non furono più ritrovati. (Leggi la notizia qui)

 

8 – CUCCIOLI A BORDO. Nell’aprile 2011 un cucciolo di Rhodesian Ridgeback ha causato ritardi all’aeroporto di La Guardia Airport di New York dopo che si è liberato mentre veniva caricato in aereo. Il personale di terra ha inseguito il cane per 20 minuti prima di catturarlo. Si è verificato un incidente simile a Manchester che ha provocato il ritardo di una decina di voli.

9 – COLPA DI GERARD DEPARDIEU. Un volo da Parigi a Dublino è partito con due ore dopo che Gerard Depardieu ha urinato sul pavimento. L’aereo stava per partire quando l’attore francese ha chiesto di usare il gabinetto. Dopo il rifiuto da parte del personale di bordo, l’ha fatta sul tappeto. (Leggi la notizia qui)

10 – TROPPO PESO A BORDO. Un volo easyJet diretto a Ginevra è partito con oltre un’ora e mezza di ritardo perchè troppo pesante a decollare. Quattro passeggeri in abbondante sovrappeso sono stati convinti a scendere grazie ad una colletta fatta dagli altri passeggeri del volo. L’aereo superava di 300 chilogrammi, il limite massimo di peso e il comandante cercava quattro volontari che scendessero dal volo a cui veniva offerto di viaggiare nel successivo volo, il giorno dopo, oltre a un compenso di 100 sterline. Sarebbe iniziata una colletta tra i passeggeri, per aumentare l’importo della compensazione in denaro, da offrire ai quattro volontari.

11 – LONTRA FUGGITIVA. Nel 2009 un volo Continental da Houston a Columbus, Ohio, è partito con un’ora di ritardo per colpa di una coppia di lontre fuggiti dalla stiva.

12 – TARTARUGHE IN PISTA. Lentissime tartarughe hanno interrotto i servizi all’aeroporto JFK nel 2011. Gli animali vagavano sulla pista e hanno causato la chiusura della pista per 4 ore.

13 – CERVO IN PISTA. Un aereo in arrivo all’aeroporto di Glasgow ha dovuto interrompere l’atterraggio per colpa di un cervo che è stato avvistato sulla pista dell’aeroporto. L’aereo ha effettuato il Go Around fino a che non si è liberata la pista.

Zingarate.com

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.