Sydney 2013 : "Scrivendo quel libro chiamato Vita"

Il mio pensiero della Buonanotte, ogni tanto mi tocca fare il serio..

Un finto surfer a Bondi Beach: io

Adoro scrivere. Adoro sentire i tasti della mia tastiera fare quel ticchettìo. Magari nel silenzio della mia stanza, non nel silenzio della mia mente. Perchè da quando sono qui la mia testa non si è mai fermata, nemmeno un istante. Sicuramente dai miei status ironici, dalle foto al mare e dai mille sorrisi non traspare, ma stare qui a livello mentale è da pazzi. Tutti mi dicono “ma sì è un’esperienza, vivila in serenità, fregatene di tutto”. Come fai? Certo, provo a viverla alla giornata, di paranoie non ne voglio, ma un minimo di organizzazione mentale nella mia testa la voglio. Serve. Serve ad avere sicurezza in me stesso, a sapere quello che sto facendo, a cosa sto andando incontro, a come reagire nel caso in cui ci fosse un esito negativo, come comportarmi di conseguenza. Qui ogni giorno è una battaglia e sei solo contro tutti. Ogni giorno vedi cambiare le carte in tavola e devi modellare le tue giornate cercando di trovare la via più giusta. Ogni giorno fai 30 e non riesci mai ad arrivare al 31. Ma non per questo si molla, anzi, fermandomi un attimo mi ritengo fortunato per quello che sto vivendo perchè dopo pochi mesi sono riuscito a trovare casa e un ottimo lavoro. Voglio solo pensare ogni tanto a quello che sto facendo e acquisire sempre più sicurezza. Nella mia testa i pensieri volano da qui al 2014. Ho già in testa cosa voglio fare da qui al prossimo anno. Ecco, questo è da pazzi. Questo lo è. Ogni giorno è una pagina nuova del nostro libro chiamato “Vita”. Ogni giorno ho in mano la penna del mio destino e la impugno più forte che posso perchè nonostante i mille strattoni e le mille difficoltà voglio che questa penna scriva quello che voglio io. Magari uscirà qualche pagina malconcia, con qualche errore di scrittura, ma su quelle ci puoi passare sopra. Perchè l’importanza di un libro si ha in quello che ti lascia dentro quando lo leggi, quando controlli quanti capitoli ancora mancano perchè non vuoi che finisca. E’ così che voglio vivere. Sapendo già dove volere arrivare ma senza mai pormi una meta.

Buonanotte da Sydney!

 

Daniel Mazza

Seguimi su: Facebook o Twitter

 

 

 

 

Alla prossima puntata!

 

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.