Crash test di un Boeing 727, le ultime file di posti le più sicure

Business Class e First Class, sono in effetti le due categorie di posti più ambite in un aereo, ma sembrano essere anche le classi meno sicure in assoluto, in caso di incidente aereo.

Ne abbiamo ora la certezza grazie ad un costosissimo crash test ,effettuato con un aereo Boeing 727, fatto precipitare all’inizio del 2012 nel deserto di Sonora in Messico. L’aereo imbottito sensori e tre manichini, ha prodotto una mole di dati, i cui risultati verranno presentati a breve in un documentario su Discovery Channel. Dalle anticipazioni emerge però che sono proprio i posti in classe economica a presentare la più alta percentuale di possibilità di sopravvivenza da uno schianto aereo.

L’impatto è stato eseguito come fosse un atterraggio d’emergenza, quindi con un angolo ed una velocità adeguati al caso: impatti più violenti sarebbero comunque risultati fatali per qualsiasi posizione all’interno del velivolo. Per effettuare il crash-test il pilota si è paracadutato al di fuori del velivolo a poco meno di 800 metri di altitudine, e poi l’aereo è stato guidato in modo remoto negli ultimi istanti della sua corsa verso terra. Ovviamente l’aereo utilizzato non è uno tra i più recenti, ma in ogni caso il test è venuto a costare l’esorbitante cifra di un milione e mezzo di dollari!

Il Turista

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.