"Ho pensato di morire. E sono scoppiato a ridere"

Johnny Depp racconta i minuti di paura vissuti a causa del malfunzionamento di un aereo sul quale stava viaggiando assieme al regista Bruce Robinson

«I motori dell’aereo si erano spenti, non sentivamo più nessun suono. Ho pensato di morire e sono scoppiato a ridere».

Johnny Depp racconta la sua esperienza vicina alla morte. L’attore americano ha vissuto momenti di paura a causa del malfunzionamento di un aereo privato sul quale stava viaggiando assieme a Bruce Robinson, il regista col quale ha lavorato in The Rum Diary. «L’aereo si è spento. Bruce e io ci siamo guardati e ho detto: “E’ finita?”. Poi c’è stato un lunghissimo momento in cui sentivamo di fluttuare nell’aria».

Ma Depp l’ha presa con filosofia: «Nessuno diceva niente, tranne io e Bruce: “Oh m…a! Stiamo per morire”. Così ci siamo lasciati andare a una risata isterica all’idea di una morte del genere». Per fortuna i motori si sono riaccesi e l’aereo ha ripreso quota. «Grazie a quest’esperienza», conclude l’attore, «ho legato molto con Bruce».

Archivio Vanity Fair del 02/11/2011

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.