Falso allarme bomba su un aereo per vendicare la fidanzata

In Usa un ragazzo per vendicare la sua fidanzata contro il suo ex ha pensato di denunciarlo alle autorità come possibile attentatore di un aereo in volo.

Non era andata giù a Kenneth Smith, 26 anni, che l’ex compagno della sua fidanzata avesse pubblicato online alcune foto compromettenti della ragazza, così ha pensato di vendicarsi, adottando però una strategia inusuale e pericolosa. Il giovane infatti, d’accordo con la sua ragazza e sapendo che il rivale doveva prendere un volo, giovedì mattina ha pensato bene di fare una chiamata alla polizia avvertendo che a bordo vi era un uomo con addosso “liquido esplosivo”. Così il volo della Us Airways diretto a Dallas è stato costretto a tornare indietro a Philadelphia dove la polizia è salita sul velivolo arrestando l’incolpevole vittima della vendetta, il 29enne Christopher Shell. I controlli successivi sull’uomo però hanno escluso ogni possibile ordigno o liquido pericoloso, così sono scattati gli accertamenti che hanno portato alla luce la singolare vicenda. L’autore della telefonata anonima, Kenneth Smith, ora è accusato di procurato falso allarme e rischia dieci anni di carcere oltre ad una multa di 250mila dollari, senza contare il probabile risarcimento alla vittima. Per quanto riguarda quest’ultimo a Philadelphia tutto si è risolto in poche ore e ha potuto prendere il volo successivo per Dallas dove però le autorità locali lo hanno arrestato per possesso illegale di marijuana.

FanPage.it

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.