Paura sul volo New York-Mosca: allarme bomba e atterraggio in Islanda

Telefonata anonima segnala un ordigno a bordo. I passeggeri sono stati evacuati. Già iniziate le verifiche sul velivolo

Allarme bomba su un volo Aeroflot partito da New York e diretto a Mosca. L’aereo è stato costretto a fare un atterraggio d’emergenza a Reykjavik, in Islanda dopo una telefonata anonima che sosteneva la presenza di una bomba a bordo. L’ha riferito all’agenzia di stampa Interfax il controllo aereo di Mosca.

CINQUE BORSE DI ESPLOSIVO – «Una telefonata anonima ha segnalato la presenza di un ordigno esplosivo sull’aereo che era già in volo. Si tratterebbe di cinque borse che sarebbero state presenti a bordo dell’aereo che sarebbero esplose all’arrivo a Mosca» ha detto la portavoce di Aeroflot, Irina Dannenberg. «Il pilota ha quindi preso la decisione di atterrare e l’aereo è atterrato senza rischi in Islanda. Al momento sono in corso ricerche sul velivolo», ha aggiunto.

RICERCHE IN CORSO – Il velivolo è atterrato nell’aeroporto della capitale islandese, Reykjavik, e i passeggeri sono stati evacuati. Esperti di esplosivi hanno iniziato la ricerca dei presunti ordigni.

 

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.