Agenti di Viaggio e l’esodo di Ferragosto

Un agente di viaggio racconta con una lettera a “cuore aperto” le settimane che lo avvicinano al Ferragosto colme di viaggiatori dell’ultimo minuto con richieste improbabili e fuori da ogni logica. Uno sfogo educato e a quanto pare condiviso dalla maggioranza di persone operanti nel settore.

da TTG Italia “I disperati di Ferragosto”

Amo il mio lavoro. Apro ogni mattina almeno un quarto d’ora prima e non si chiude finchè tutto non è in perfetto ordine.

Tuttavia esistono 2 settimane all’anno in cui, se potessi, cambierei volentieri: identifico nel periodo compreso tra il primo e il 14 agosto come i giorni de “I disperati di ferragosto”. Si badi bene: non tutte le persone malauguratamente costrette a partire nelle settimane centrali di agosto sono da annoverare in questa categoria.

Nei disperati ci metto, per esempio, colui che vorrebbe fare la crociera sul Nilo con Costa o Msc Crociere, chi domanda un fly & drive alle Maldive, o ancora quello che ha sentito le formule “traghetto gratis” per la Sardegna e vorrebbe approfittarne (ma fare solo il biglietto perchè poi lo ospitano), ma soprattutto quello a cui hanno detto che un biglietto aereo costa 2 euro e che un viaggio last minute consente di andare in un mega villaggio 7 stelle con 300 euro.

In questi giorni i nostri uffici sono pieni di persone che, complice la crisi, cercano l’affare dell’ultimo minuto senza nessuna cognizione di causa. “Vorrei un po’ di preventivi per partire tra 2-3 giorni”. “Un po’ di preventivi?? Vuole darmi qualche dettaglio in più?”…”Bah..non saprei, mi dica Lei”.

Eh no porca paletta! A quel punto prendo il toro per le corna e con ferma gentilezza cerco di spiegare i motivi per cui non abbia senso fare “un po’ di preventivi” a 3 giorni dalla partenza, soprattutto in assenza della metà della coppia che concorre alla decisione finale.

Ma la domanda che soprattutto in questi fatidici 14 giorni faccio senza remore per rompere gli indugi è “quanto vorrebbe spendere?”. Qualcuno risponde recalcitrante anche a questo semplice quesito oppure in modo evasivo dicendo “non so..intanto sono venuto a vedere”.

Mi sforzo di mantenere un sorriso, ma non posso fare a meno di chiedermi cosa sia venuto a vedere “intanto” a 3 giorni dalla partenza. “Intanto” perchè intende visitare altre 20 agenzie oppure “intanto” perchè deve navigare tra offerte e recensioni fino a quando non rimarrà nessuna scelta?

A proposito di siti internet: una compagnia di baldi giovani ha trovato una villa in Costa Smeralda da 16 posti con piscina a 800 euro. Proprio ieri, arrivati in loco, mi hanno chiamato dicendomi che la casa era “sparita” e se avessi potuto trovare una soluzione similare. Dovrò ringraziarli per avermi fatto ridere veramente di gusto e tirato su il morale per raccogliere le energie per i durissimi giorni che mi aspettano.

Sono stanco e come me immagino anche molti di voi a cui spero, in queste poche righe, di aver strappato un sorriso.

Ieri sera mi sono sdraiato a letto con mia figlia che mi ha chiesto dove andremo in vacanza: le ho risposto che avrei aspettato alcune offerte prima di decidere.

“Andremo con Eden o Villaggi Bravo” le ho detto. Vorrei tornare al SettemariClub ha risposto lei.

Strana la vita: in tutta la mia giornata l’unica persona ad avere idee chiare non ha ancora compiuto 4 anni.

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.