"Mi vuoi sposare?", ma la proposta volante finisce in mare

La richiesta vola ad alta quota, ma l’aereo precipita in mare.
Così un giovane innamorato voleva sorprendere la fidanzata

 

 

[Corriere.it] L’AEREO VA GIÙ – Lunedì scorso, Mark Simmons, pilota del New England, si era alzato da terra col suo Piper Pawnee da dieci minuti. Doveva volare nei cieli al largo della costa del Rhode Island con lo striscione «Michelle, Will You Marry Me? Mike», commissionato dal giovane Mike Flynn, che voleva appunto sorprendere la fidanzata. Era una bella giornata e il ragazzo era già pronto a presentarle l’anello al passaggio dell’aeroplano. Tuttavia, in quella giornata, il velivolo con la proposta non sarebbe mai transitato sopra le loro teste. L’apparecchio era infatti andato a schiantarsi poco prima nell’Oceano Atlantico (nello stretto di mare di Block Island) per un guasto al motore. Fortunatamente, il pilota è uscito illeso dall’incidente, soccorso in tempo grazie alla chiamata fatta al figlio Ethan di otto anni che da terra ha subito allertato il personale dell’aeroporto.

SECONDA CHANCE – La storia, tuttavia, ha un lieto fine.
Mark Simmons ha infatti voluto portare a termine quell’incarico perciò, il giorno dopo l’incidente, si è nuovamente alzato in volo. «All’inizio non capivo perchè camminavamo da due giorni su quella spiaggia», ha raccontato Michelle alla Abc. «Poi ho visto l’aeroplano». Lui si è inginocchiato e lei ha detto «sì» – in barba ai cattivi presagi.

© di Elmar Burchia

 

 

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.