"Sleep Box" una scatola per dormire in aeroporto

Dalla Cina arriva la Sleep Box, una scatola dove soggiornare e fare comode dormite nel bel mezzo dell’aeroporto

Una scatola in legno che potrebbe far comodo a migliaia di viaggiatori sempre di corsa e con troppe ore di sonno arretrate. Arriva dalla Cina questa geniale invenzione che già era stata lanciata in maniera dimostrativa al Sheremetyevo International Airport di Mosca.

Si pensa di poterle lanciare definitavamente nel mercato nei prossimi mesi ad un costo probabile di 10 euro per ogni ora di soggiorno nella “cabina del sonno” che potrebbe anche essere realizzata in plastica e alluminio.

Ricorda vagamente una cabina da crociera, probabilmente con il soffitto un po’ piu’ alto e all’interno troviamo un letto, una sedia e una piccola scrivania ribaltabile per chi vuole lavorare o giocare col portatile. Le SleepBox dovrebbero sbarcare quindi in 5 Stati: Francia, Cina, Giappone, Germania e Spagna.

Di questi tempi, perdere il volo non è mai stato così comodo.

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.