Protesta ai controlli di sicurezza ingerendo il Viagra

Protesta contro gli eccessivi controlli: si presenta alla security senza biancheria intima ingerendo Viagra

Succede all’aeroporto internazionale di Nashville dove un uomo del Wyoming, il 34enne Warren Kelvin, attua una protesta molto particolare. E’ un frequent flyer, viaggia più volte a settimana e secondo lui i controlli di sicurezza sono diventati eccessivi e molesti ed è per questo motivo che Kelvin prima del suo volo Southwest da Nashville a Phoenix decide di presentarsi ai controlli di sicurezza carico di viagra e con indosso soltanto i pantaloni della tuta, senza biancheria intima e con un erezione vistosa tra l’imbarazzo della gente.

“Volevo che le guardie provassero l’imbarazzo che proviamo noi ogni volta veniamo sottoposti a questi controlli molesti”  ha dichiarato. Il passeggero non si è accontentato di passare solo una volta sotto l’archetto, ma cercando di allarmare in tutti i modi l’archetto metal detector si è presentato quattro volte in 80 minuti ai controlli, in attesa del suo volo. Finchè non è riuscito nel suo intento con un imbarazzato Duncan Allbright, un agente di sicurezza aeroportuale, che lo ha sottoposto a controllo manuale.

 

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.