Smog record a Pechino, ritardati o annullati 155 voli

Una fitta “nube” ha ricoperto la capitale cinese, riducendo la visibilità in alcuni casi a soli 200 metri. Le autorità continuano ad assicurare che la qualità dell’aria è “buona”. L’ambasciata Usa parla di livello “pericoloso”

PECHINO – Che l’inquinamento atmosferico sia un problema enorme per Pechino è risaputo. Che potesse arrivare a bloccare il traffico aereo stupisce. Oggi oltre 150 voli in partenza e in arrivo all’aeroporto internazionale della capitale cinese, il secondo più frequentato al mondo, hanno subìto ritardi o sono stati annullati a causa della foschia che in alcuni quartieri riduceva la visibilità a soli 200 metri.

Secondo i dati forniti dal sito dell’aeroporto, in tutto sono partiti o arrivati in ritardo o sono stati annullati 155 voli. La “nube” di smog si è dissolta con il passare delle ore, fino a sparire quasi del tutto nel primo pomeriggio.

Oltre che dalle numerose centrali a carbone, l’inquinamento a Pechino è alimentato dalle tante industrie presenti nell’area metropolitana e dal traffico automobilistico. Si calcola che nel 2011 siano arrivate sulle strade della capitale cinese altre 240.000 vetture, che sono andate ad aggiungersi ai circa cinque milioni già in circolazione.

 

Fonte: Repubblica

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.