In aereo con la pistola

Un imprenditore di Ragusa dimentica di denunciarla a terra ma sale tranquillamente a bordo. Enac: si è trattato di un errore umano.

Ha dimenticato di comunicare agli addetti della sicurezza di avere con sé una pistola e loro, non accorgendosi dell’arma, lo hanno fatto passare senza problemi.

E’ accaduto all’aeroporto Fontanarossa di Catania, dove un imprenditore di Ragusa ha superato senza problemi il metal detector, salendo a bordo dell’aereo con la sua pistola regolarmente denunciata. Giunto sull’aeroplano della compagnia Wind Jet diretto a Milano l’uomo ha avvertito subito il comandante, consegnandogli l’arma. A quel punto nello scalo etneo sono scattate immediatamente le procedure di sicurezza, con l’interruzione di tutti i voli in partenza.

La Sac, società che si occupa della sicurezza all’aeroporto di Fontanarossa, ha provveduto immediatamente a sospendere i due impiegati autori della svista, e attraverso un comunicato ha commentato l’episodio attribuendolo ad un “errore umano intervenuto in una circostanza resa concitata non solo dal notevole traffico dell’orario di punta ma anche dalla fretta del passeggero”.

Una tesi cui fa eco la nota diffusa dall’Enac, che parla anch’essa di “errore umano, e che il sistema di sicurezza si è comunque attivato non appena è stato dato l’allarme”. Sempre l’Ente nazionale per l’aviazione civile, fra l’altro, ha reso noto che un egiziano di 33 anni è stato denunciato dalla polizia di frontiera di Catania, dopo essere stato sorpreso in possesso di un coltello dentro al proprio bagaglio a mano.

Comments

comments

Daniel Mazza
Viaggiatore classe '88, blogger per passione e creatore di MondoAeroporto. Il 2014 mi ha regalato un libro. Vivo con la valigia pronta e con il sorriso in tasca.